fbpx

Frode del falso IBAN

Frode del falso IBAN

Sono sempre più frequenti le attività che vengono truffate con la tecnica chiamata “man in the middle”, grazie alla quale gli hacker sostituiscono l’Iban del creditore nella mail o nel pdf ricevuto dal debitore e riescono a farsi accreditare la somma dovuta sparendo subito dopo e lasciando in difficoltà sia il fornitore che il cliente.

Per risolvere alla radice il problema si consiglia a tutti i ns. Utenti SIAˡˡˡ di affidarsi direttamente alla fattura elettronica (è nata anche per questo…) per comunicare le proprie coordinate bancarie.

Per chi non lo avesse ancora fatto, riepiloghiamo i passaggi necessari:
a) In Tabelle > Generali > Codici di pagamento creare una voce Bonifico bancario e riempire le colonne Tipo FE e Modalità FE come in figura

b) In Tabelle > Generali > Banche Azienda creare i propri riferimenti bancari

c) In Tabelle > Generali > Parametri Azienda definire il proprio Iban predefinito

d) Assicurarsi che in Fatturazione > Emissione documenti nella pagina Altri
dati figurino i valori immessi

A questo punto SIAˡˡˡ ha tutti gli elementi per produrre un XML con i dati del pagamento che viaggerà su un canale sicuro Fornitore > Intermediario > SDI > Intermediario > Cliente.
In alternativa inviare sempre email per richieste di pagamento dalla vostra pec alla pec del cliente (la violazione della casella pec è comunque possibile ma molto difficile).

 

No Comments

Post A Comment